Brasile : La Febbre dei Mondiali

Ogni 4 anni arriva.

La febbre dei mondiali.

Non credo esista un popolo più devoto dei Brasiliani ai mondiali di calcio.
Ed io per la quinta volta sono, ancora una volta, rimasto a bocca aperta.
La nazione si ferma. I bar si riempiono. I consumi di birra si decuplicano…
Ai Brasiliani non importa tanto del campionato calcistico nazionale, della Coppa America, della Taça Libertadores… I Mondiali, che qui si chiamano “A Copa”, diventano la ragione di vita di una nazione di 192 milioni di persone.

Ma ciò non succede esattamente durante tutto il periodo dei mondiali, solo durante le partite della “seleção verde-ouro”. Ai Brasiliani non frega quasi niente delle altre 31 nazioni e delle altre 62 partite.
Contano solo le partite del Brasile.
Durante le partite del Brasile, che per doveri di sponsor europei devono cadere di notte nel vecchio continente e quindi alle 15:30 nel pais tropical, le banche vengono chiuse ufficialmente, i negozi chiudono le serrande, le fabbriche si fermano, gli ospedali fanno finta di attendere le emergenze, gli help desk ed i command center globali vengono sostituiti da analoghi colleghi argentini o indiani…

Se hai bisogno di un meccanico, un idraulico, un dentista o un prete, lo puoi trovare seduto sulle tavolate di plastica che i bar organizzano sui marciapiedi, bevendo birra mentre accompagna la cronaca della partita…

Ogni 4 anni riesco a farmi sorprendere… gli amici cominciano a chiamarti preoccupatissimi: -dove vedrai la partita?-
tutti si preoccupano di scegliere il locale con la visione migliore, la birra più gelata e la compagnia più animata!
Il rituale prevede che ci si ritrovi 2/3 ore prima se è un giorno feriale, dalla mattina presto se è un festivo. E si comincia a bere!

Con la mia flemma inglese, ogni 4 anni, alla partita d’esordio del Brasile, risolvo di andarmene via dal lavoro 15 minuti prima, giusto il tempo che mi separa da casa. Poi a circa 2 ore dall’inizio della partita, mi sento solo nel deserto della fabbrica… sperduto nella desolazione del command center… e mi chiedo chi me lo fa fare…
Me ne vado anche io. Ed in strada è il caos… 192 milioni di persone che si stanno dirigendo verso il posto in cui vedranno la partita. L’esordio.

La prima partita del Brasile nella “Copa” è quella con la tensione più alta; quindi in strada sono tutti nervosi, anche se mancano più di 2 ore all’inizio. Sono nervosi sui pullman, sui taxi, sulle loro auto, sulle loro motociclette, sulle van. Loro, i Brasiliani che non s’incazzano mai per il traffico…

Ed io ci casco, regolarmente… ogni 4 anni. E li guardo. E li ammiro.

Un popolo devoto

Dai-lhe BRASIL!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...